Come farsi trovare su Google


Come farsi trovare su Google e più in generale sui motori di ricerca è una delle domande che maggiormente ci vengono poste. Hai realizzato un sito internet, per promuovere la tua Attività o semplicemente per pubblicare i tuoi contenuti ma ti sei accorto che non compare praticamente mai nei primi risultati di ricerca? Le cause potrebbero essere diverse, così come le soluzioni che si possono mettere in atto affinchè il Tuo sito inizi la scalata della Serp.

Stiamo parlando di una serie di step di base che risultano fondamentali e che ti aiutano a comunicare a Google la Tua presenza in Rete.

Come  ‘comunicare’ con  Google? Attraverso gli Strumenti per Webmaster!

Prima ancora di addentrarci negli interventi che si possono compiere sul contenuto di un sito, esistono una serie di strumenti, completamente gratuiti, che permettono di trasmettere informazioni al motore dei ricerca Google, in merito alla nostra presenza; creando così una base di partenza, indispensabile, prima ancora di  iniziare ad operare sulla struttura e sui testi del Tuo Sito.

Di cosa si tratta? Stiamo parlando di Tools completamente gratuiti che il colosso mette a disposizione di tutti gli utenti per attività di SEO e non solo. Si tratta di applicazioni a supporto, principalmente, dei webmaster e che richiedono un minimo di dimestichezza e di conoscenza della rete.

Se non hai mai utilizzato gli strumenti per webmaster di Google,  non sai come fare ma vorresti comunque potenziare il Tuo sito web con tali app, Intersoft può farlo per te in pochi passaggi,  in tempi rapidissimi, con un intervento minimo e per niente costoso! Avrai la certezza di un lavoro preciso e completo che farà finalmente partire la crescita verso una sempre migliore indicizzazione del Tuo Sito. 

SCRIVICI

Ma facciamo un passo indietro.

Come funziona il posizionamento su Google?

Il meccanismo è molto semplice: Google si avvale dei cosiddetti Googlebot, noti anche come bot o spider, per scansionare i contenuti di tutti i siti internet e riproporre, all’utente che effettua una ricerca, il risultato più pertinente; il meccanismo avviene basandosi su algoritmi precisi che ‘premiano’ o ‘penalizzano’ un contenuto piuttosto che un altro.

Più il contenuto del tuo sito web risulterà pertinente, di qualità ed utile all’utente, in base alle sue ricerche, più possibilità avrai che Google offra come risposta il Tuo sito/articolo, facendolo apparire nelle prime posizioni del motore di ricerca.

Chiaro il meccanismo con cui Google scansiona un sito internet, ci resta da comprendere come farsi trovare su Google.

Come farsi trovare su Google

Scrivere Contenuti di qualità

Il primo passo da compiere per accrescere la visibilità del tuo Sito Internet è quella di pubblicare contenuti di qualità che risultino interessanti, quindi, sia per il motore di ricerca che per l’utente finale.

Si tratta della base su cui si fonda una buona attività di SEO . Sicuramente non dall’effetto immediato, poichè punta a raggiungere un posizionamento organico, ma che nel medio-lungo periodo ti permetterà di acquisire una certa posizione nella serp e, soprattutto, di non perderla.

Come sapere quali contenuti sono più  interessanti per i miei utenti? Anche qui ci viene in aiuto un Tool di Google completamente gratuito: Google Trends. Si tratta di una piattaforma che mette a disposizione Statistiche nazionali ed internazionali sulle parole chiave che in un determinato arco temporale ed in una determinata area geografica sono state maggiormente cercate dagli utenti.

Registrarsi su Google Maps

Un altro strumento molto efficace, soprattutto nell’ottica di un posizionamento basato sulle logiche della geolocalizzazione, è sicuramente Google Maps.

Nell’era in cui le ricerche in rete vengono svolte sempre maggiormente da dispositivi mobile, i quali danno estrema priorità all’aspetto della geolocalizzazione nei risultati di ricerca, ne consegue l’importanza di apparire con la Tua attività sulla mappa Google.

Ma come fare per apparire su Google Maps? Anche in questo caso il procedimento è abbastanza semplice.

Gli step sono pochi e semplici: in primo luogo è necessario avere un account Google; attraverso di esso, poi, dovrai accedere all’applicazione Maps e seguire il procedimento di ‘registrazione’, attraverso il quale potrai fornire i dati della tua Azienda e segnalare così a Google la sua presenza. Una volta conclusa la procedura on-line, Google procederà nelle sue verifiche ( in alcuni casi è necessario un ulteriore controllo per attivare il tuo Account, tramite l’invio di una cartolina contenente un codice che dovrai semplicemente inserire nell’area apposita); in ogni caso, nel giro di pochi giorni riceverai una mail che ti confermerà l’avvenuto inserimento della tua attività su Google Maps.

Comparire su Google immagini

Un altro Tool di Google che contribuisce all’accrescimento della visibilità dei tuoi contenuti e quindi del tuo sito web sul motore di ricerca è appunto Google Immagini. Si tratta di uno spazio da non sottovalutare assolutamente; soprattutto considerando l’immediatezza che un’immagine accattivante e curata nei dettagli può avere nell’invogliare un utente a cliccare su quel determinato contenuto.

Assodata, quindi l’importanza che le immagini rivestono nella comunicazione sul web e visto l’indiscusso primato in termini di posizionamento che Google Immagini può offrire alle Tue foto (considera che la ricerca per immagini su Google Immagini si posiziona per numero, immediatamente dopo quella testuale) resta da comprendere, nella pratica, come  comparire su Google Immagini.

Per comparire su Google Immagini bisogna partire dal caricamento delle immagini sul tuo sito web. Così come i testi, anche le immagini presenti su un sito vengono scansionate ed indicizzate dal motore di ricerca e quindi, già il fatto di essere inserite in un sito web che Google ha scansionato, le rende già immediatamente reperibili all’utente su Google Immagini.

Così come abbiamo visto accade per i testi, però, essere presenti con i nostri contenuti (testo o immagini) non è sinonimo di essere posizionati tra i primi risultati. Al pari di un testo, quindi, anche un’immagine può essere ottimizzata per la SEO nella struttura, affinchè risulti pertinente per l’utente che digita determinate parole chiave e contribuisca anch’essa attraverso maggiori visualizzazioni a  generare ingressi verso il nostro sito web. Come ottimizzare un’immagine per la SEO?

Per ottimizzare un’immagine ai fini SEO bastano pochi accorgimenti:

  • caricare immagini di qualità, poichè più risulterà accattivante visivamente e più possibilità avrai che l’utente giunga al tuo sito cliccando su di essa.
  • fornire più informazioni possibili sull’immagine caricata attraverso l’inserimento del tag alt per descrivere le immagini ( <img src=”nome-immagine.jpg” alt=”descrizione immagine”); questo aiuterà Google nella scansione dell’immagine e quindi nell’indicizzazione.
  • inserire una descrizione dell’immagine precisa e pertinente, per aiutare in questo caso sia Google nell’indicizzazione che per invogliare l’utente a cliccare sul contenuto in linea con le sue ricerche. Sempre bene evitare, quindi, descrizioni che appaiono di default come: IMG81200012.jpg.

 

In questa veloce guida abbiamo visto alcuni dei principali accorgimenti da mettere in atto per migliorare la visibilità del nostro sito web e farsi trovare su Google, sia attraverso Tools che lo stesso Google mette a disposizione, sia attraverso azioni che puoi compiere sul tuo sito web.

 

Desideri sapere di più su come migliorare il posizionamento del Tuo sito ed avere maggiori possibilità che gli utenti trovino la Tua attività?

 

Vorresti sviluppare un piano SEO completo o semplicemente desideri acquisirire le conoscenze di base necessarie per ottimizzare in autonomia il Tuo Sito Web?



Source link